News

Agente immobiliare – cosa fa, come diventarlo + alcuni consigli [la mia esperienza]

By 5 Novembre 2020No Comments

Come si diventa agente immobiliare, che cosa fa l’agente immobiliare e alcuni consigli tratti dalla mia esperienza Fare l’agente immobiliare può essere un bel lavoro, sicuramente qualcuno può pensare che sia un lavoro facile… ma non è proprio così! L’agente immobiliare svolge un lavoro di mediazione, regolamentato dall’art. 1754 del codice civile, che dice appunto che il mediatore è colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o rappresentanza. Per poter esercitare l’attività di agente immobiliare occorre essere iscritti ad un apposito albo istituito con la legge 39 del 1989, oggi in realtà non esiste più un vero e proprio albo dal 2012 occorre essere iscritti al REA – Registro Economico Amministrativo tenuto presso le Camere di Commercio Industria ed Artigianato provinciali, l’iscrizione abilita l’agente immobiliare a svolgere la professione su tutto il territorio nazionale. L’iscrizione avviene a titolo personale pertanto non sarà possibile delegare le funzioni di agente immobiliare ad altra persona se non ad un altro agente immobiliare regolarmente abilitato alla professione, non è possibile esercitare il lavoro di agente immobiliare e quindi di intervenire nella mediazione per la vendita di un immobile senza essere agente immobiliare! Per diventare agente immobiliare occorre seguire un corso che deve durare da un minimo di 80 ore ad un massimo di 200, i requisiti per poter accedere sono innanzitutto avere la maggiore età, un diploma di scuola secondaria superiore, avere la cittadinanza italiana, godere dei diritti civili, frequentare appunto il corso di cui si diceva prima superare un esame alla fine del corso presso la camera di commercio. L’esame consiste in una prova scritta ed una orale su diversi argomenti che riguardano il settore immobiliare. Sarà necessario avere nozioni in campo urbanistico, sugli adempimenti fiscali, su eventuali agevolazioni per la compravendita di immobili, sulle tipologie di contratto, sulle iscrizioni, trascrizioni, ipoteche e sui finanziamenti. C’è un orario? No, l’agente immobiliare non ha orario, occorre ricordare che il lavoro di agente immobiliare non è il classico posto fisso, un agente immobiliare è un imprenditore pertanto per ottenere degli ottimi risultati occorrerà fare qualche sacrificio ma alla fine le soddisfazioni saranno tante. L’agente immobiliare oggi deve avere tantissime competenze non indifferenti, deve avere tanta tanta pazienza, potete decidere di fare da soli, di unirvi con altri agenti immobiliari, di affiliarvi ad un franchising, comunque facciate sarà necessario lavorare duramente per arrivare ad ottimi risultati. Sicuramente non è sufficiente fare il corso, dare l’esame, aprire una agenzia e basta, occorre mantenersi costantemente aggiornati, ormai i cambiamenti, fiscali, marketing, legali sono sempre più veloci sono sempre più pressanti quindi occorre rimanere sempre aggiornati! Formarsi ed aggiornarsi continuamente è fondamentale per riuscire a dare sempre la giusta risposta ai nostri clienti. La figura dell’agente immobiliare ormai è sempre più una figura di consulente, la professione dell’agente non è più solo quella di far incontrare due parti e mediare, ormai l’agente immobiliare deve anche dare i giusti consigli per porre in vendita un immobile o per acquistare un immobile. Infine ma non per ultima è necessario gestire anche la parte emozionale delle persone, non è facile non sempre le persone sanno esattamente cosa vogliono, non sempre quello che vogliono possono permetterselo, occorre essere capaci di gestire le varie situazioni, come fare? Non c’è un dogma preciso sul come fare, occorre mettersi in gioco, scendere in strada e metterci tanta passione!